Un indicatore della felicità di chi cinguetta

VOICES from the Blogs (VOICES) "ascolta" quotidianamente tutti i tweet che vengono postati dai twitter italiani e ne sonda giornalmente la variazione d'umore.

Come misura la felicità VOICES?

Twitter rende disponibile in automatico un campione di post identificati come "felici" e un campione di "infelici". Il campione diffuso è tuttavia limitato quantitativamente e non ha alcuna caratteristica statistica che lo renda rappresentativo dell'orientamento umorale dell'intero popolo di Twitter.

VOICES, a partire da questo campione iniziale e attraverso la tecnologia proprietaria iSA© che VOICES già applica con successo all'analisi della rete (per maggiori informazioni si legga la pagina scientifica di VOICES), classifica tutto l'universo dei tweet postati quotidianamente in Italia e può quindi ricostruire il grado di "felicità" nazionale, così come espresso da questi brevi messaggi.

L'informazione è inoltre caratterizzata localmente, dal momento che gli utenti di Twitter sono identificabili in base alla località geografica da cui scrivono. VOICES infatti raccoglie i dati giornalieri a livello provinciale.

Per la singola provincia, VOICES categorizza i tweet nelle due classi: "felici", "infelici" più una classe residuale "altro". I post classificati come "altro" vengono però esclusi dal calcolo dell'indice di Twitter-felicità iHappy(ness) costruito come segue:

iHappy = (numero di post felici / numero di post felici & infelici )*100 %

Cosa caratterizza l'indice iHappy di Twitter-Felicità di VOICES

Ciò che rende unico l'indice iHappy di VOICES è il suo essere basato interamente sulle reazioni instantanee dei singoli individui agli avvenimenti che accadono nella vita di ciascuno e che possono incidere positivamente o meno sul proprio livello di felicità. Questi avvenimenti possono essere i più disparati: la nascita di un figlio, il litigio con la fidanzata, un compleanno da festeggiare, una bella giornata di sole, la vittoria della propria squadra del cuore, un furto subito, una passeggiata nel centro città. Per urlare la propria gioia o rabbia, 140 caratteri sono più che sufficienti!

In altre parole, l'indice di felicità di VOICES rimane una questione essenzialmente soggettiva e personale. Al contrario, le classifiche basate sulla qualità della vita delle città italiane sono normalmente costruite a partire da indicatori aggregati che si riferiscono ad aspetti strutturali (il reddito medio pro-capite, il livello di occupazione, i servizi legati al tempo libero, ecc.). Ovviamente questi fattori possono incidere sulla felicità media di un individuo nel lungo periodo, ma non catturano le variazioni quotidiane di umore. E poi, non è forse vero che si può essere felici anche dove le infrastrutture mancano o essere infelici laddove i mezzi pubblici passano con estrema regolarità?

Quali dati riporta VOICES?

Giornalmente VOICES riporta i dati della felicità in varie forme:

VOICES riporta inoltre anche i volumi di tweet giornalieri analizzati.